Mobile nav

Mario Luzi (Firenze 1914 - 2005)

Firma Mario Luzi

Contenuto del Fondo: corrispondenze inviate a Mario Luzi da oltre 1800 mittenti per lo più nel periodo che va dal 1983 al 2005; insieme ai carteggi ricevuti si conservano anche gruppi di minute di risposta di Luzi, mentre costituiscono nuclei a parte i fascicoli tematici relativi al “Caso Oreglia” (sulla vicenda che vide coinvolto Giacomo Oreglia, direttore dell’Istituto italiano di cultura in Svezia e della casa editrice Italica) e al “Caso Brodskij” (sulla polemica tra Joseph Brodskij e Luzi sul premio Nobel), oltre alle petizioni e ai telegrammi ricevuti in occasione di compleanni o altre ricorrenze. La Serie dei “Manoscritti” contiene testi, originali o in copia, prodotti a partire dagli anni ’40 fino alla scomparsa dell’autore, anche se la parte più consistente della documentazione è quella relativa agli anni della maturità (1988-2005), il materiale è stato organizzato in alcune sottoserie: “opere e traduzioni” comprende testi di poesia (si segnala una copia della prima edizione di Avvento notturno, annotata dal poeta per la successiva pubblicazione), prosa (come i materiali preparatori per Trame e De quibus) e traduzioni (da Coleridge, Racine ed altri); “saggi e interventi” raccoglie prose saggistiche, prefazioni a volumi, scritti d’arte, recensioni e discorsi tenuti a convegni o ad altri eventi culturali; “agende, quaderni e taccuini”, contenenti poesie, prose saggistiche e annotazioni; “interviste ed autocommenti” e, infine, “appunti”. La Serie dei “Manoscritti di altri autori” è invece dedicata alla documentazione (poesie, saggi critici, recensioni, tesi di laurea e traduzioni) su Luzi o su altri argomenti e tematiche sottoposte all’attenzione del poeta presumibilmente per un giudizio o un parere. Tra i “Materiali a stampa” si trovano ritagli di giornale e altra documentazione scritta da Luzi (collaborazioni editoriali, pubblicazioni su rivista di poesie o di brani di opere, in lingua italiana o in traduzione), sulla sua opera (recensioni, saggi critici sulle sue opere e poesie a lui ispirate) e su altri argomenti, conservata per interesse o per studio, in questa Serie sono stati collocati anche gli inviti, i programmi, i manifesti e le locandine. La “Documentazione personale” comprende la corrispondenza familiare, lettere inviate dal Ministero dell’Istruzione per il conferimento di incarichi di docenza, tessere, pagelle, carte amministrative, materiale bio-bibliografico, attestati, premi, onorificenze e carte varie. Il “Materiale iconografico” raccoglie disegni, acqueforti, incisioni, schizzi ritraenti Luzi o altri soggetti, mentre fotografie di vario formato, a colori o in bianco e nero, diapositive e negativi che ritraggono Luzi, da solo o in compagnia di amici e parenti, o scattate in ricordo della sua partecipazione a eventi culturali, costituiscono il “Materiale fotografico”. Il “Materiale audiovisivo” contiene audiocassette, videocassette, cd-rom con registrazioni di conferenze tenute da Luzi o di letture delle sue opere, floppy disk e due cd contenenti foto e scritti di Luzi, presenti anche alcune videocassette di argomento storico e religioso. In una sezione di “Partiture” si trovano spartiti, manoscritti o a stampa, relativi perlopiù a musiche ispirate alle opere di Luzi. Infine la “Biblioteca”, a cui sono legati circa 5000 titoli, suddivisi in opere e contributi di e su Luzi, a cui si aggiungono miscellanee di estratti e opuscoli.

Strumenti di ricerca: la descrizione della corrispondenza e dei manoscritti ricercabile tra gli inventari on line, per le altre Serie disponibili in sede degli elenchi dattiloscritti.