Mobile nav

Michele Ranchetti (Milano 1925 - Firenze 2008)

Fondo Michele Ranchetti

Contenuto del Fondo: corrispondenza con lettere inviate a Michele Ranchetti e minute di risposta, riunite in fascicoli cronologici, a parte sono raccolti solo i carteggi di alcuni mittenti. I “manoscritti” si presentano come materiale di lavoro, bozze e copie impaginate delle raccolte di poesie, appunti presi su fogli sciolti o rilegati in quaderni, relativi a temi particolari (poesie, minute di corrispondenza, lezioni universitarie, riflessioni su vari argomenti ecc.) o promemoria di ‘cose da fare’. I “Testi dattiloscritti e a stampa” raccolgono saggi, relazioni e articoli, dalla fase della loro prima stesura a quelle successive, talvolta anche in bozza o nell’estratto di stampa; gli scritti di questa sezione sono stati ordinati per tema: dattiloscritti su storia e cristianesimo, dattiloscritti su autori e testi, su Freud e psicoanalisi, saggi e articoli su Michele Ranchetti e sue interviste. La Serie dei “Temi di studio” forma la parte più consistente dell’archivio e comprende il materiale servito all’approfondimento dei vari temi trattati da Ranchetti, a partire da quelli di storia della Chiesa (con documentazione sul lavoro svolto per la Bibbia di Diodati, i Padri della Chiesa, San Paolo, Lutero e la Riforma, Pascal, il Modernismo) e poi la filosofia, la logica e la teologia, fino allo studio dei filosofi e dei pensatori tedeschi, Freud e la psicoanalisi, Foucault, Michelstaedter, Spinoza, Benjamin, Heidegger, Wittgenstein; in questa sezione sono conservate, per lo più, fotocopie di saggi a stampa, fotocopie e originali di dattiloscritti di altri autori, appunti e corrispondenza conservata nei fascicoli di studio e strettamente legati a questi. Nella sezione che è stata circoscritta con l’etichetta di “Figure del cattolicesimo contemporaneo” si trovano i materiali sui personaggi legati al cattolicesimo italiano del dopoguerra di cui Ranchetti si è occupato a più riprese (come Balducci, Milani, Dossetti, Rebora e Turoldo), si tratta quindi di materiali sui cui è tornato più volte nel corso degli anni e che sono confluiti in vari suoi lavori a cominciare da Gli “ultimi preti”. Figure del cattolicesimo contemporaneo (1997); articoli su questa tematica sono stati poi ripubblicati nel II volume degli Scritti diversi intitolato Chiesa cattolica ed esperienza religiosa (1999); sono stati qui inseriti anche i documenti relativi a figure di laici come quelli di Aimone e Felice Balbo, Antonio Banfi, Delio Cantimori, Piero Martinetti, Franco Rodano e altri. Gli “Studi di storia, letteratura, linguistica” presentano copie di saggi in ordine alfabetico per autore. Le “Traduzioni di Rilke e Celan” conservano materiali serviti per le edizioni (a cui ha collaborato Jutta Leskien) di Paul Celan, Conseguito silenzio (Einaudi, 1998) e Ilana Schmueli, Dì che Gerusalemme è. Su Paul Celan: ottobre 1969-aprile 1970 (Quodlibet, 2003), e di Rainer Maria Rilke, Elegie duinesi (Feltrinelli, 2006). La Serie degli “Scritti di altri autori” presenta una miscellanea con testi di varia tipologia e taglio, riuniti secondo il genere (narrativa e saggistica, sceneggiature e commedie, poesie) e l’argomento (storia, attualità, politica, sociologia, nazismo e cattolicesimo, iconologia e musica). La “Raccolta di ritagli e periodici” è costituita da una rassegna stampa con articoli di giornali italiani, tedeschi, inglesi, francesi.

Strumenti di ricerca: elenco analitico dei documenti scaricabile dalla rete in formato pdf.