Mobile nav

News detail

Il Gabinetto Vieusseux si avvicina ai 200 anni: era il 9 dicembre del 1819 quando Giovan Pietro Vieusseux annunciò l’apertura di un luogo che metteva a disposizione degli abbonati 42 giornali ‘scientifici e letterari’...

 
A cura di Alba Donati e Gloria Manghetti
 
con il patrocinio di
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
 
con il sostegno e la condivisione di
Fondazione CR Firenze
 
sotto gli auspici del
Centro per il libro e la lettura
 
Il Gabinetto Vieusseux si avvicina ai 200 anni: era il 9 dicembre del 1819 quando Giovan Pietro Vieusseux annunciò l’apertura di un luogo che metteva a disposizione degli abbonati 42 giornali ‘scientifici e letterari’, italiani, inglesi, francesi, tedeschi, in Palazzo Buondelmonti in Piazza Santa Trinita. Alba Donati, neo-presidente della prestigiosa istituzione del Comune di Firenze, ha creato, insieme al direttore Gloria Manghetti (le prime donne a ricoprire dopo due secoli le cariche di vertice), un percorso di avvicinamento ai 200 anni con due progetti: Scrittori raccontano scrittori e Culture di carta.
 
“Questo anniversario - dice la presidente Alba Donati- cade in un tempo particolare, avverso alla lettura, alla scrittura, che ha archiviato la carta, ha archiviato il concetto stesso di approfondimento e che rischia di dire addio all’umanesimo. Dunque noi dobbiamo insistere e lavorare perché un nuovo umanesimo possa rinascere. E si deve partire dai ragazzi.”
 
I progetti hanno il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, del Comune di Firenze e del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact, e sono stati sostenuti e condivisi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.
 
“Siamo lieti – afferma il sindaco Dario Nardella – di questi progetti presentati dal Gabinetto Vieusseux per l’importante anniversario.
La lettura per i giovani sembra quasi un piacere in via di estinzione, presi come sono da altri stimoli e sempre iperconnessi ad apparecchi tecnologici. Credo sia arrivato il momento di spegnere ogni tanto smartphone e tablet e ricominciare a riscoprire la lentezza della carta, la piacevolezza dello sfogliare un libro, dell’innamorarsi degli autori che hanno fatto grande la storia della letteratura italiana. Grazie al Gabinetto Vieusseux che continua quindi, dopo 200 anni, nell’improbo compito di portare questo piacere tra le persone e che, ancora una volta, con questi progetti, mostra di avere a cuore il futuro delle giovani generazioni”.
 
"Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze – osserva il presidente Umberto Tombari - crede fortemente in questi progetti perché, in primo luogo, si inseriscono nella pluriennale attività di sostegno e di valorizzazione che la nostra Istituzione rivolge alle istituzioni culturali che hanno scritto e continuano a scrivere la storia di Firenze. In secondo luogo le due iniziative si rivolgono alle nuove generazioni alle quali stiamo guardando con particolare attenzione proprio nella definizione delle manifestazioni che stiamo preparando per i nostri 25 anni. Crediamo infatti che la formazione di una cittadinanza consapevole della propria storia e capace di leggere gli avvenimenti del nostro tempo sia un processo indispensabile, anche in vista della classe dirigente di domani, per tutte quelle istituzioni che, come la nostra, hanno fortemente a cuore il futuro della nostra città e del nostro Paese’’.
 
“È un piacere – dichiara Flavia Cristiano, direttrice del Centro per il Libro e la Lettura - offrire il patrocinio al ciclo di incontri Scrittori raccontano scrittori organizzato dal Gabinetto Vieusseux, che collegando lettura, letteratura, presente e passato punta a conquistare gli studenti delle scuole superiori con appassionate riletture di grandi classici. Il progetto rispecchia perfettamente la missione del Centro e in particolare lo spirito della campagna nazionale del Maggio dei Libri, di cui entra a far parte a pieno titolo. Quest’anno la settima edizione sarà incentrata sul benessere donato dalla lettura e dal 23 aprile al 31 maggio coinvolgerà librerie, biblioteche, scuole, associazioni, istituzioni locali e appassionati della lettura in ogni angolo d’Italia. Leggere è divertente, piacevole e salutare, è un balsamo per la mente fatto di pagine e immaginazione”.
 
SCRITTORI RACCONTANO SCRITTORI
Sala Ferri \ Palazzo Strozzi, ore 11.00
Scrittori raccontano scrittori è un progetto triennale: ogni anno 10 scrittori rileggono 10 scrittori di ieri, le cui carte sono custodite nell’Archivio Contemporaneo del Gabinetto. L’Archivio Bonsanti ha più di 150 fondi: “un suggestivo percorso – dice il direttore Gloria Manghetti – tra autografi, dipinti, libri, oggetti, fotografie, e cimeli vari che ben si prestano a un viaggio della o nella memoria”. Agli scrittori è stato chiesto di ‘frugare’ nelle carte dell’Archivio Bonsanti alla ricerca di una chiave di lettura nuova dell’autore scelto. L’obiettivo è portare gli studenti del liceo ad ascoltare alcune riletture appassionate – dal Leopardi vessato dal gruppo di intellettuali che si riunivano al Vieusseux  di cui parlerà Maurizio Maggiani, al Tabucchi maestro e amico fraterno di Andrea Bajani,  passando per  il ritratto che Elena Stancanelli farà in occasione dei 40anni dalla morte di Cristina Campo. Saranno racconti fatti a partire da qualcosa di raro o di inedito,   uno scarabocchio, una variante scritta a margine,  un disegno sul quaderno di appunti.
 
CULTURE DI CARTA
Sala Ferri \ Palazzo Strozzi, ore 15
Incontri dedicati ai supplementi culturali
Culture di carta è un percorso per le scuole superiori dedicato alla conoscenza dei vari supplementi culturali. I ragazzi sono stati dotati, dal Gabinetto Vieusseux stesso, di vari numeri dei supplementi coinvolti, e hanno potuto lavorarci in classe. L’Italia vanta una lunga tradizione relativa a questo argomento, soprattutto se consideriamo le riviste dei primi del Novecento, e la stessa Antologia del Vieusseux, come antesignane dei supplementi culturali. Da La lettura a TTL, da Alias a Robinson, dalla Domenica del Sole24ore al Piacere della lettura, a Fahrenheit che pur essendo una trasmissione radiofonica, condivide i presupposti del cartaceo, ciascuno illustrerà il lavoro di redazione, la scelta dei temi, la grafica, le rubriche, la scelta dei collaboratori. I vari modi di leggere la complessità dell’oggi.
Entrambi i progetti sono stati pensati per le scuole medie superiori, che hanno aderito con entusiasmo. Ogni incontro sarà seguito da un massimo di quattro classi. Gli incontri saranno comunque aperti al pubblico fino ad esaurimento posti.
 
 

GABINETTO G.P. VIEUSSEUX
Palazzo Strozzi / Firenze

Attività Culturali 055 288342
Lucia Pastacaldi l.pastacaldi@vieusseux.it
Franco Zabagli f.zabagli@vieusseux.it

UFFICIO STAMPA
Edia Manente edia.manente@libero.it

Coordinamento e comunicazione
Debora Ercoli d.ercoli@vieusseux.it

www.vieusseux.it

 
28 gennaio 2017