Mobile nav

Centro Romantico

COVID-19
Protocollo di sicurezza anticontagio COVID-19 Gabinetto Vieusseux

Anche al Gabinetto Vieusseux, nelle sue diverse sedi, saranno applicate le nuove direttive per l'accesso all'Istituto, così come nei Musei Civici, nelle Biblioteche comunali e nell'Archivio storico, secondo il comunicato che è stato emanato ieri dal Servizio Protezione Civile del Comune di Firenze, qui di seguito riportato:
"Dal 10 gennaio al 31 marzo 2022 l'accesso ai servizi Museali, alle mostre e agli altri istituti e luoghi della cultura come Biblioteche e Archivio Storico, sarà consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di Green pass rafforzato in corso di validità (rilasciato dopo il completamento del ciclo vaccinale primario oppure in seguito a guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2), ad esclusione dei soggetti di età inferiore ai dodici anni e di quelli esenti dalla campagna vaccinale.
Dal 25 dicembre 2021 e fino al 31 marzo 2022 per partecipare ad eventi nei Musei, nelle Biblioteche e nell'Archivio Storico, al chiuso o all'aperto, è fatto obbligo di indossare mascherine del tipo FFP2. Nei medesimi luoghi, al chiuso, è vietato il consumo di cibi e bevande".

 

MODALITÀ DI ACCESSO ALL'ARCHIVIO CONTEMPORANEO "A. BONSANTI"

Piazza e Palazzo Strozzi (terzo piano), 50123 Firenze. Tel. 055 288342 int. 2 - Fax 055 2396743
centroromantico@vieusseux.it

banner Centro Romantico 

Nel giugno 1973 viene deliberata l'istituzione presso il Gabinetto G.P. Vieusseux del Centro Romantico, con lo scopo di promuovere, a partire dalla documentazione conservata presso l'Istituto, ricerche e iniziative sulla civiltà europea dell'Ottocento, in particolare per quanto riguarda l'acquisizione e la diffusione di conoscenze e il confronto fra le diverse esperienze e culture, che caratterizzarono il Gabinetto di Giovan Pietro Vieusseux.

Il vasto insieme degli interlocutori epistolari nei diversi paesi, la rete dei corrispondenti librari, la circolazione delle riviste, la documentazione sui viaggi e sui progressi delle scienze, il pubblico dei lettori, l'aggiornamento sulle esperienze sociali ed economiche, l'attenzione per i "forestieri" costituivano infatti il presupposto fondamentale delle iniziative che facevano capo al Gabinetto Vieusseux e che hanno segnato gran parte dei caratteri non municipali di Firenze e della Toscana nella storia recente.