Mobile nav

Centro Romantico

Piazza e Palazzo Strozzi (terzo piano), 50123 Firenze. Tel. 055 288342 int. 2 - Fax 055 2396743
centroromantico@vieusseux.it

Si ricorda che, in ottemperanza alle disposizioni del D.L. 23 luglio 2021 n. 105, dal 6 agosto l'accesso all’Istituto, per i visitatori di età superiore ai 12 anni, è subordinato alla presentazione della Certificazione verde Covid-19 (Green Pass) e di un documento di identità.

È fatta eccezione per i soggetti esenti in base a certificazione medica (art. 3 comma 3 "Impiego certificazioni verdi Covid-19").

In mancanza di Certificazione verde (Green Pass), è ammessa l'esibizione all'ingresso del risultato, con esito negativo al virus Sars-CoV-2, del test molecolare o test antigenico rapido eseguito nelle 48 ore antecedenti.

Agli utenti extraeuropei è richiesta certificazione (di guarigione o vaccinale) o esito negativo del tampone.

Rimane l'obbligo di prenotazione per il materiale richiesto in prestito alla Biblioteca e per la consultazione in Archivio e nelle Sale studio, secondo il protocollo adottato lo scorso anno e consultabile sul sito.

Protocollo di sicurezza anticontagio COVID-19 Gabinetto Vieusseux

Ai servizi di Prestito e Restituzione si accede obbligatoriamente su appuntamento o prenotazione (mediante email biblioteca@vieusseux.it o tel. 055288342) con le seguenti modalità: dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle ore 12. In caso si renda necessario il ritiro/la consegna nei pomeriggi del Martedì e Giovedì restiamo a disposizione ma sempre su appuntamento o prenotazione

banner Centro Romantico 

Nel giugno 1973 viene deliberata l'istituzione presso il Gabinetto G.P. Vieusseux del Centro Romantico, con lo scopo di promuovere, a partire dalla documentazione conservata presso l'Istituto, ricerche e iniziative sulla civiltà europea dell'Ottocento, in particolare per quanto riguarda l'acquisizione e la diffusione di conoscenze e il confronto fra le diverse esperienze e culture, che caratterizzarono il Gabinetto di Giovan Pietro Vieusseux.

Il vasto insieme degli interlocutori epistolari nei diversi paesi, la rete dei corrispondenti librari, la circolazione delle riviste, la documentazione sui viaggi e sui progressi delle scienze, il pubblico dei lettori, l'aggiornamento sulle esperienze sociali ed economiche, l'attenzione per i "forestieri" costituivano infatti il presupposto fondamentale delle iniziative che facevano capo al Gabinetto Vieusseux e che hanno segnato gran parte dei caratteri non municipali di Firenze e della Toscana nella storia recente.