Calendario Eventi

Gli intellettuali/scrittori ebrei e il dovere della testimonianza

per Giorgio Bassani, “di là dal cuore”. Convegno 7-8-9 novembre 2016

Data: 7 Novembre 2016 - 09 Novembre 2016
Luogo: Varie sedi
Gli intellettuali/scrittori ebrei e il dovere della testimonianza

lunedì 7 novembre, Aula Magna del Rettorato, Piazza San Marco 4

 

ore 9

Saluti istituzionali del Comune

Luigi Dei, Rettore dell’Università degli Studi di Firenze

Giulio Ferroni, Presidente del Comitato Nazionale delle Celebrazioni per il Centenario della nascita di Giorgio Bassani

Nicholas Brownlees, Direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi interculturali

Anna Dolfi, organizzatrice e responsabile scientifico del convegno

 

Ebraismo e memoria

Presiede Anna Dolfi Università di Firenze

 

Giulio Busi Institute of Judaic Studies | Freie Universität Berlin, L’ebraismo nell’opera di Giorgio Bassani: detto, taciuto, alluso

Patrizio Collini Università di Firenze, La leggenda dell’Ebreo Errante nella letteratura romantica

Guido Furci Fondation pour la Mémoire de la Shoah - Paris, Ingiunzioni testimoniali ed enunciazioni collettive nella storia della cultura ebraica dell’Europa orientale. Dai “pinkasim” agli yizker-biher”

Alessandro Gallicchio dottore di ricerca | Università di Firenze, Parigi 1928-1932: la collana Artistes Juifs delle edizioni Le Triangle tra promozione artistica e appartenenza ebraica

Guri Schwarz Università di Pisa, Una testimonianza precoce: il diario della persecuzione di Luciano Morpurgo

Gigliola Sacerdoti Mariani Università di Firenze, Memoria dell’esilio e della redenzione nella narrativa di Bernard Malamud

Manuele Marinoni dottore di ricerca | Università di Firenze, “ich kann denken, aber nicht reden”: musica e pensiero ebraico nell’Europa novecentesca. Diacronie su Schönberg

Dora Liscia Università di Firenze, I volti della memoria. Artisti dopo l’emancipazione

 

ore 15

Semantica e testimonianza

Presiede Claude Cazalé Bérard Université de Paris Ouest Nanterre La Défense

 

Ida Zatelli Università di Firenze, Significato e valore della testimonianza nella Bibbia e nelle principali fonti della tradizione ebraica antica

Mario Domenichelli Università di Firenze, Le figure dell’apocalisse negli intellettuali ebrei tra e dopo la seconda guerra mondiale

Silvana Greco Freie Universität Berlin, “La morte è la moneta del potere”. Il Novecento irredento di Elias Canetti

Dario Collini dottorato | Università di Pisa, Sui “Racconti” di Giacomo Debenedetti

David Matteini dottorato | Università di Firenze, Shoah e testimonianza in W.G.Sebald

Domenico Scarpa Centro internazionale di studi Primo Levi, Torino, “Gli ebrei”. Un articolo di Natalia Ginzburg e le sue vicende

Laura Barile Università di Siena, La rimozione

Daniel Vogelmann Firenze, Un editore per la testimonianza

 

martedì 8 novembre, Sala Luca Giordano | Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 9

 

ore 9

Scrivere la memoria

Presiede Rita Svandrlik Università di Firenze

 

Piero Capelli Università di Venezia, Della memoria nella tradizione ebraica rabbinica

Liliana Giacoponi dottorato | Università di Firenze, Le “Melodie ebraiche” di Heinrich Heine

Claudia Sonino Università di Pavia, “Das Märchen der Technick” e “Der Verlorene Sohn”: due racconti di Alfred Döblin

Mattia Di Taranto dottore di ricerca | Università di Firenze, Memoria della Shoah e scrittura in Nelly Sachs

Francesco M. Cataluccio Milano, Vicino a dove? Memoria ebraica e memoria famigliare in Bruno Schulz

Ernestina Pellegrini Università di Firenze, La “riserva ebraica” di Loria

Elisa Lo Monaco Firenze, I conflitti della memoria

 

ore 15

Un’identità, nonostante tutto

Presiede Anna Dolfi Università di Firenze

 

Clelia Martignoni Università di Pavia, Cesare Segre e la coscienza dell’ebraismo

Valeria Dei dottorato | Università di Pisa, Irène Némirovsky: un’interessante ambiguità

Enza Biagini Università di Firenze, “Scrivere l’inimmaginabile”: L’espèce humaine” di Robert Antelme

Benedetta Bronzini dottore di ricerca | Università di Firenze, La Shoah nell’opera di Heiner Müller

Giorgia Delvecchio Università di Parma, L’inevitabile ebraicità di Mauricio Rosencof

Paolo Orvieto Università di Firenze, L’ebraismo sui generis di Amos Oz

Ayse Saracgil Università di Firenze, Gli scrittori ebrei e il nazionalismo turco-repubblicano

 

mercoledì 9 novembre, Sala Ferri | Gabinetto Vieusseux | Palazzo Strozzi, Piazza degli Strozzi

 

ore 9

per Giorgio Bassani

Presiede Jean-Jacques Marchand Université de Lausanne

 

Anna Dolfi Università di Firenze, Scrivere “di là dal cuore”

Gianni Venturi Università di Firenze, Ebraicità e ferraresità: strutture portanti della narrativa

Eleonora Conti dottore di ricerca | Université de Paris IV-Sorbonne, Il giardino, la casa, la tomba. Geografia della memoria e valore della testimonianza

Portia Prebys Centro Studi Bassaniani, Prologo del “Giardino dei Finzi-Contini”: Un’ultima visita

Guillaume Surin Université de Saint-Etienne, Giorgio Bassani et Paul Celan ou le témoignage illisible

Pietro Benzoni Università di Pavia, Lo stile di una testimonianza

Francesca Nencioni dottore di ricerca | Università di Firenze, Intersezioni affettivo-semantiche tra memoria e testimonianza

Paola Bassani Pacht Fondazione Giorgio Bassani, Una testimonianza

 

ore 15

Il ‘sogno’ di raccontare. Primo Levi contro l’oblio

Presiede Mario Domenichelli (Università di Firenze)

 

Elisabetta Bacchereti Università di Firenze, Memoria e racconto dell’olocausto nel graphic novel contemporaneo

Oleksandra Rekut dottore di ricerca | Università di Firenze, “(D)ali-a, (d)ali-a!”: l’amore per le lingue e le esperienze dei Lager

Jacob Golomb The Hebrew University of Jerusalem, Primo Levi: The Matter of a Life and Suicide

Alberto Cavaglion Università di Firenze, Parodia sacra e scrittura in “Se questo è un uomo” di Primo Levi

Anna Baldini Università per stranieri di Siena, Testimone di civiltà scomparse: Primo Levi e il mondo ebraico-orientale

Federico Pianzola Università di Milano Bicocca, L’etica della finzione: Primo Levi e i miti

Marco Marchi Università di Firenze, Primo Levi e la testimonianza della poesia

Almut Seyberth Deutsch-Französisches Jugendwerk | Parigi, Levi e la “zona grigia” come premessa poetologica

 

INVITO