Mobile nav

Carlo Betocchi (Torino 1899 - Bordighera 1986)

Firma Carlo Betocchi

Poeta

Contenuto del fondo: Circa 12.500 lettere relative a 1800 mittenti, ricevute dal poeta dalla fine degli anni Venti alla morte (1986), suddivise alfabeticamente. Le minute di Betocchi (circa 2000 pezzi) si trovano in parte allegate alla corrispondenza dei rispettivi mittenti, in parte riunite in una serie ed in parte nei 60 copialettere che vanno dal 15 agosto 1975 al 3 marzo 1983. Infine, le minute che erano originariamente conservate nei volumi della biblioteca di Betocchi sono state a suo tempo estratte e successivamente catalogate nella serie principale della corrispondenza, segnalando caso per caso l’originaria collocazione. Tra i corrispondenti risultano nomi di particolare rilievo per la cultura italiana del Novecento: tra questi si ricordano Carlo Bo, Giorgio Caproni, Emilio Cecchi, Alfonso Gatto, Mario Luzi, Oreste Macrí, Eugenio Montale, Marino Moretti, Aldo Palazzeschi, Giuseppe Prezzolini, Umberto Saba, Vittorio Sereni, Andrea Zanzotto; ma anche molti lettori comuni, cui il poeta soleva rispondere. Numerosi anche i carteggi legati al lavoro editoriale svolto per la rivista «Frontespizio». Alcune migliaia di originali dei manoscritti poetici e non della produzione letteraria di Carlo Betocchi, complessivamente compresi dal 1924 al 1986, parzialmente schedati e comprensivi di bozze ed esemplari corretti, suddivisi tra prose, poesie, antologie e traduzioni, documentazione relativa alla curatela delle antologie di “Festa d’amore”. Sono presenti anche manoscritti di altri autori, tra cui Hermet, Tobino, Bugiani e documentazione varia in corso di schedatura. Alcuni taccuini manoscritti di pensieri e ricordi, 1926-1928 conservati in 6 scatole insieme alla documentazione personale. Ritratti fotografici del poeta anche con amici letterati tra cui Luzi, Ungaretti, Lisi. Raccolta di materiale a stampa che riunisce riviste e ritagli con articoli di e su Betocchi, per lo più conservati e raccolti dallo stesso poeta. La biblioteca comprende circa 5.500 volumi ed una ricca raccolta di periodici. 24 tra schizzi e disegni quasi esclusivamente di mano di Betocchi, relativi agli anni dal 1917 al 1983, fotografati, digitalizzati e descritti a cura del servizio conservazione del Gabinetto G.P. Vieusseux

Strumenti di ricerca: schedario cartaceo e elenco dattiloscritto dei corrispondenti (la descrizione dei carteggi è in corso di riconversione tra gli inventari on line); descrizione parziale dei manoscritti dei testi del poeta ricercabile tra gli inventari on line. Le monografie della biblioteca personale (si veda la pagina descrittiva per una introduzione generale) schedate come Fondo speciale nel catalogo on line della biblioteca del Gabinetto Vieusseux, mentre in sala consultazione è disponibile un indice delle riviste e dei periodici. Descrizione di disegni e schizzi conservati tra i documenti di archivio, quasi esclusivamente di mano dello stesso Betocchi, nel data base del Servizio Conservazione.