Mobile nav

Fausta Garavini (Bologna 1938)

Fausta Garavini (Bologna 1938)

Contenuto del fondo: carteggi indirizzati alla scrittrice da vari esponenti della cultura novecentesca; nei fascicoli delle corrispondenze, insieme a lettere, biglietti e cartoline, possono essere conservati anche altri documenti di tipologia varia (testi dattiloscritti, materiale a stampa ecc.), che sono stati allegati ai documenti epistolari. Una piccola appendice al fondo è costituita da alcuni documenti firmati da Giovanni Papini. Fausta Garavini ha anche donato parte della propria biblioteca, cioè quella comprendente pubblicazioni di Montaigne e opere di critica sul pensatore francese, che le sono servite per il lavoro di studio e di traduzione, si tratta di più di 500 unità bibliografiche, tra libri, riviste ed estratti. Al primo primo nucleo archivistico si sono aggiunti nel 2019 materiali preparatori per la stesura di romanzi, saggi e traduzioni, materiale bio-biobibliografico, attestati, medaglie, riconoscimenti e materiale audio-video, fascicoli tematici con rassegna stampa e recensioni raccolte sulle opere edite (all’interno dei quali capita anche che sia inserita corrispondenza relativa alla ricezione delle sue opere da parte di amici e colleghi).

Strumenti di ricerca: indice alfabetico dei corrispondenti scaricabile in formato pdf (in questo elenco non è descritta la documentazione donata nel 2019, attualmente non consultabile). La sezione libraria “Garavini-Montaigne” (conservata a Palazzo Strozzi) catalogata nell’opac della biblioteca.